trarzh-TWenfrdeelitfarues

ISO 22000

Sistema di gestione della sicurezza alimentare ISO 22000

Sistema di gestione della sicurezza alimentare ISO 22000

Cosa significa sicurezza alimentare?

Nutrizione e vita sana sono i bisogni primari delle persone. Questo è ottenuto attraverso la sicurezza alimentare. L'emergere di molte nuove malattie oggi è il risultato di negligenza in questo senso. Le malattie causate da cibo cattivo e malsano minacciano la salute umana nei paesi in via di sviluppo e nei paesi sviluppati. Queste malattie rappresentano un grande rischio per i bambini, le donne incinte e gli anziani, specialmente quelli con sistemi di difesa poveri.

L'obiettivo degli studi sulla sicurezza alimentare è garantire che il cibo prodotto non danneggi i consumatori e l'ambiente naturale fisicamente, chimicamente e biologicamente. Oltre alla produzione di qualità in ristoranti, alberghi, pasticcerie, caffè e strutture simili che producono cibo, la necessità di implementare una serie di sistemi di gestione della sicurezza alimentare che garantiscano il cibo prodotto ora aumenta l'importanza della sicurezza alimentare. Gli studi sulla sicurezza alimentare mirano a minimizzare i possibili rischi alimentari, laddove i problemi sorgono e come risolvere questi problemi sono stati studiati. In questo contesto, le pratiche igieniche nei prodotti alimentari e la formazione del personale che lavora nel settore contribuiscono anche allo sviluppo delle imprese del settore alimentare e al miglioramento della qualità della vita della società.

Il problema della sicurezza alimentare è legato all'emergere di pericoli alimentari quando il cibo viene consumato. Poiché questi rischi possono verificarsi in qualsiasi fase della catena alimentare, è necessario un controllo efficace lungo tutta la catena alimentare. Pertanto, la sicurezza alimentare può essere garantita dal contributo di tutti gli elementi della catena alimentare.

La sicurezza alimentare si riferisce a tutte le misure previste per eliminare tutti i rischi fisici, chimici e biologici che possono sorgere nei prodotti alimentari. Pertanto, il cibo sicuro, se preparato come previsto, è adatto al consumo umano con proprietà fisiche, chimiche e microbiologiche e non ha perso il suo valore nutrizionale. In altre parole, nel senso di cibo sicuro, la situazione non dannosa è importante per la salute umana. Altrimenti, quando si consumano alimenti non sicuri, si verificheranno condizioni indesiderate come la comparsa di sintomi di malattia o problemi di salute aumentati. La sicurezza alimentare è quella di determinare che il cibo sia adatto al consumo e di proteggere i consumatori dai rischi legati ai prodotti alimentari. Per questo motivo, tutti nella catena alimentare dovrebbero fare la loro parte. La sicurezza e la qualità degli alimenti possono essere regolate solo applicando sicurezza alimentare e sistemi di qualità nel settore alimentare.

Aspetti importanti della produzione agricola in termini di sicurezza alimentare sono:

  • La medicazione autorizzata raccomandata durante la produzione deve essere utilizzata in tempi adeguati, con metodi appropriati e in quantità sufficiente.
  • Il tempo tra la spruzzatura e la raccolta è molto importante per la sicurezza alimentare e deve essere seguito.
  • Al fine di garantire la tracciabilità, i farmaci utilizzati nella produzione, gli intervalli di raccolta e punti simili dovrebbero essere registrati durante i processi di produzione.
  • Quando si applicano metodi come l'irrigazione, la concimazione e la manutenzione, si deve prestare attenzione a non influire negativamente sul prodotto.

Punti importanti nella produzione animale in termini di sicurezza alimentare sono:

  • Solo le medicine approvate dal Ministero per la salute degli animali dovrebbero essere utilizzate al momento e alla quantità raccomandate.
  • I medicinali veterinari non dovrebbero essere utilizzati senza una prescrizione veterinaria in alcun modo.
  • I vaccini degli animali dovrebbero essere somministrati a intervalli regolari e in tempo.
  • Le malattie degli animali e le morti di origine sconosciuta devono essere immediatamente segnalate alle agenzie governative competenti.
  • Durante il trasporto di animali, deve essere richiesto un certificato medico rilasciato dal veterinario.
  • L'alloggio e il mezzo di trasporto degli animali dovrebbero essere adatti al benessere degli animali.
  • Le registrazioni dei mangimi, dei medicinali e dei vaccini utilizzati dovrebbero essere mantenute per la tracciabilità.

La mancata osservanza delle necessarie condizioni igieniche e di pulizia in tutti i processi dalla produzione, lavorazione, stoccaggio, trasporto, cottura e consumo di alimenti e contaminazione in vari modi porta alla perdita di valori nutrizionali, deterioramento della qualità del cibo, intossicazione alimentare nell'uomo o altri problemi di salute e perdite economiche.

Quali sono i rischi per la salute derivanti dal cibo?

La condizione di base della sicurezza alimentare è la fornitura di materie prime sicure. Per produrre alimenti sicuri, le materie prime devono essere prodotte in condizioni sane e igieniche.

I rischi alimentari sono affrontati in tre gruppi: fisico, biologico e chimico. I rischi fisici sono varie sostanze estranee come pietra, terra, vetro, metallo, legno e ossa, che non dovrebbero essere presenti nei prodotti alimentari. Tuttavia, i rischi microbi si collocano al primo posto tra i rischi nei prodotti alimentari. I rischi negli alimenti sono importanti nelle varie fasi delle attività produttive. Se non sterilizzati con i giusti metodi, ci sono naturalmente molti microrganismi nei prodotti alimentari. Il vero rischio sorge quando questo numero supera i limiti e rappresenta un pericolo per la salute umana.

Batteri, funghi, virus e parassiti sono tra i principali pericoli biologici che mettono a rischio la sicurezza alimentare. Alcune malattie sono state completamente eliminate o ridotte al minimo dalle misure adottate. Tuttavia, nel nostro paese purtroppo rappresenta ancora un pericolo. Al fine di proteggere gli esseri umani da queste malattie, in particolare gli animali dovrebbero essere tenuti sotto controllo.

I rischi chimici che mettono a rischio la sicurezza alimentare includono medicinali veterinari e alcuni residui di pesticidi che vengono utilizzati involontariamente o accidentalmente per fornire alti rendimenti nella produzione di piante e animali. Alcuni dei rischi chimici provengono da fonti ambientali. Componenti tossici e allergeni che in qualche modo entrano nella struttura degli alimenti minacciano la sicurezza dei prodotti alimentari.

Inoltre, il fatto che gli additivi alimentari utilizzati non siano utilizzati nei metodi corretti e nelle quantità prescritte rappresenta un importante rischio chimico.

Nei prodotti alimentari possono esserci dei rischi derivanti dalle materie prime utilizzate, dalle tecniche di produzione e dall'inosservanza delle norme igieniche dei lavoratori, nonché dalla contaminazione di altre sostanze estranee quali vernici, oli per macchine e così via. Tutti questi rischi possono essere ridotti con misure da adottare durante la produzione, l'acquisto, la lavorazione, lo stoccaggio, la distribuzione e la vendita e la sicurezza alimentare può essere garantita. Altrimenti si crea un ambiente favorevole negli alimenti che causerà un deterioramento microbiologico, fisico e chimico.

Cos'è l'igiene e igiene?

Igiene e igiene sono concetti complementari. L'igiene è generalmente correlata alle cause delle malattie e alla loro eliminazione. In un certo senso, rientra nel campo della medicina preventiva. Quando viene menzionata l'igiene alimentare, si comprende che tutti gli studi effettuati per fornire condizioni adeguate in varie fasi di produzione dal campo alla tavola del consumatore al fine di produrre alimenti sani sono compresi.

Il termine sanificazione copre ampiamente i principi da applicare per la protezione e il miglioramento della salute umana. L'espressione igiene nel settore alimentare significa creare e mantenere situazioni igieniche e salutari nella produzione alimentare. Il problema riscontrato nel fornire servizi igienico-sanitari è che sono portatori. I vettori trasportano nei loro corpi microrganismi che causano malattie, non sono influenzati da loro stessi e li diffondono alle persone e all'ambiente con cui entrano in contatto. Questo è pericoloso perché non è noto al corriere. Nel settore alimentare, tutte le misure adottate per creare e mantenere condizioni sane e igieniche sono definite come servizi igienico-sanitari. Pertanto, i servizi igienico-sanitari sono considerati nel loro insieme nel settore alimentare e comprendono le fasi di produzione, stoccaggio e trasporto. In questa fase, sia i dipendenti che le attrezzature non devono essere trascurati. I servizi igienici aziendali sono estremamente importanti per la sicurezza alimentare e la salute dei consumatori.

In caso di scarsa attenzione all'igiene e alle pratiche igienico-sanitarie, i microrganismi si attivano e modificano la struttura, il gusto e l'aroma dei prodotti alimentari, ne diminuiscono la qualità, ma, cosa più importante, creano rischi per la salute umana.

Cosa porta il regolamento legale?

Nella legge sui servizi veterinari, fitosanitari, alimenti e mangimi rilasciata dal Ministero dell'agricoltura e degli affari rurali in 2010, il cibo è descritto in modo molto dettagliato. Secondo la legge, i prodotti alimentari sono animali vivi, mangimi, piante non raccolte, medicinali utilizzati a scopo terapeutico, cosmetici, tabacco e prodotti del tabacco che non sono offerti per il consumo umano diretto e sostanze o prodotti trasformati, semitrattati o non trasformati che vengono mangiati, affumicati o che si prevede siano utilizzati dall'uomo. Questo passa attraverso lunghi processi dall'ottenere cibo al consumo.

Gli alimenti offerti per il consumo umano non dovrebbero rappresentare un rischio per la salute. Per raggiungere questo obiettivo, i paesi adottano regolamenti legali e impongono sanzioni per proteggere la salute umana e prevenire la frode alimentare.

Il regolamento sull'igiene alimentare è stato emanato dal Ministero dell'alimentazione, dell'agricoltura e dell'allevamento in 2011 sulla base della legge sopra citata. Questo regolamento è stato preparato in conformità con la Direttiva sull'igiene degli alimenti 852 / 2004 / CE pubblicata nei paesi dell'Unione Europea. Questa direttiva stabilisce i principi di igiene alimentare che le imprese di produzione alimentare devono rispettare dalla produzione al consumatore finale per garantire la protezione dei consumatori e la sicurezza alimentare.

I requisiti generali di igiene per gli stabilimenti alimentari sono descritti nel regolamento come segue:

  • Gli stabilimenti alimentari dovrebbero essere puliti, in buone condizioni e ben mantenuti e le riparazioni necessarie fatte regolarmente.
  • Strutture di imprese alimentari,
    • Deve fornire un'area di lavoro idonea per un'adeguata manutenzione, pulizia e disinfezione, prevenire o ridurre la contaminazione dell'aria e assicurare che tutte le attività siano igieniche.
    • Dovrebbe prevenire l'accumulo di sporcizia, il contatto con sostanze tossiche, la miscelazione del particolato nel cibo e la formazione di muffe indesiderate sulla superficie.
    • Dovrebbe prevenire la contaminazione e consentire buone pratiche di igiene alimentare.
    • Ove necessario, fornisce uno stoccaggio di capacità sufficiente per mantenere i prodotti alimentari alle temperature appropriate e assicurare un adeguato controllo della temperatura e il monitoraggio della temperatura.
  • Ci dovrebbe essere un numero adeguato di servizi igienici collegati a un sistema di drenaggio efficace. Questi servizi igienici non dovrebbero essere aperti direttamente alle aree di lavorazione del cibo.
  • Ci dovrebbe essere un numero sufficiente di lavandini progettati e posizionati correttamente. I lavabi devono avere acqua calda e fredda, detergenti per le mani e agenti di asciugatura igienici.
  • La struttura deve disporre di adeguati sistemi di ventilazione naturale o meccanica.
  • I servizi igienici per il personale, la doccia e gli spogliatoi dovrebbero disporre di adeguati sistemi di ventilazione naturale o meccanica.
  • Dovrebbe essere fornito un livello adeguato di illuminazione naturale o artificiale.
  • Il sistema di drenaggio deve essere progettato e costruito per prevenire il rischio di contaminazione.
  • Ci dovrebbe essere una capacità sufficiente per le aree di medicazione e di vestizione e un numero sufficiente di docce per i dipendenti.
  • Gli agenti di pulizia e disinfezione non devono essere conservati in aree in cui vengono lavorati alimenti.

Buone pratiche di produzione nell'industria alimentare (GMP)

GMP Good Manufacturing Practices è uno standard di sistema progettato per la produzione di prodotti che influenzano la salute umana come cibo, medicine, cosmetici e dispositivi medici con metodi appropriati e condizioni affidabili. L'obiettivo di questo standard è prevenire la contaminazione e aumentare l'affidabilità dei prodotti durante la lavorazione, preparazione, stoccaggio e trasporto dei prodotti. A tal fine è necessaria una serie standard di misure protettive.

I principi di base delle buone pratiche di fabbricazione GMP applicate nel settore alimentare sono i seguenti:

  • Implementazione del sistema di gestione della qualità negli affari
  • La struttura organizzativa e le qualifiche dei dipendenti sono chiare
  • Attrezzature, macchinari, attrezzature e materiali sono conformi agli standard richiesti
  • Sono stati scritti i flussi di lavoro, i processi di lavoro e le istruzioni per l'applicazione
  • Ingresso di materie prime nell'azienda, lavorazione, stoccaggio e distribuzione di alimenti
  • Controllo qualità e test in varie fasi dei processi
  • Approvazione delle attività in tutti i processi e identificazione dei dipendenti autorizzati ad approvare
  • Determinazione del processo di ricezione, valutazione e risposta ai reclami dei consumatori
  • In caso di situazioni impreviste, se i prodotti alimentari devono essere ritirati dal mercato, l'istituzione di un ordine che permetta questo all'azienda
  • Indagine sulle cause e soluzioni di questi difetti in caso di produzione difettosa
  • Conservare campioni di cibo, distruggendo prodotti problematici o restituiti
  • Garantire regolari audit interni ed esterni all'impresa

In termini di attività nel settore alimentare, i requisiti delle buone pratiche di fabbricazione GMP sono i seguenti:

  • Prima di iniziare la produzione, è necessario assicurarsi che venga eseguito in base alle istruzioni e ai flussi di lavoro scritti, corretti e aggiornati.
  • Durante le attività, è assolutamente necessario rispettare i processi aziendali e non andare oltre le istruzioni scritte.
  • È assolutamente necessario utilizzare i materiali giusti nelle fasi di produzione.
  • Durante le attività è necessario utilizzare gli strumenti e le attrezzature giuste adatte al lavoro e assicurarsi che siano pulite.
  • Devono essere prese tutte le precauzioni necessarie per prevenire la contaminazione e la contaminazione.
  • È sempre necessario fare attenzione agli errori di etichettatura dei prodotti alimentari.
  • I dipendenti devono sempre lavorare con meticolosità e correttezza.
  • L'ambiente di lavoro nello stabilimento, compresi i dipendenti, deve essere sempre pulito e in ordine.
  • L'azienda dovrebbe sempre essere preparata per eventuali errori, errori e cattive situazioni e dovrebbe sempre segnalare tali situazioni.
  • È sempre necessario assicurarsi che i registri siano conservati, i rapporti preparati e le verifiche eseguite siano corretti.

Perché buone pratiche di produzione nell'industria alimentare?

Gli alimenti influenzano direttamente la salute umana. Pertanto, durante la produzione devono essere garantite condizioni igieniche. Garantire condizioni igieniche e produzione in queste condizioni sono realizzate con le buone pratiche di fabbricazione GMH.

Le GMH Good Manufacturing Practices coprono tutti i processi di produzione dall'ingresso di prodotti alimentari a materie prime, materiali di imballaggio e persino ai consumatori. GMH Good Manufacturing Practices sta tentando di fornire zero errori e qualità continua.

Le condizioni di produzione di alimenti come medicinali, cosmetici e dispositivi medici che influiscono sulla salute umana devono soddisfare anche i criteri GMH Good Manufacturing Practices.

Le aziende produttrici di alimenti offrono vantaggi significativi se stabiliscono e gestiscono il sistema di buone pratiche di fabbricazione GMP nelle loro attività. Questi benefici sono brevemente descritti di seguito:

  • Le buone pratiche di fabbricazione GMP hanno anche gli standard del sistema di gestione della qualità. Come tale, tutti i processi produttivi sono seguiti e gli alimenti vengono consegnati ai consumatori nel modo più salutare.
  • Tutti i processi e i dipendenti sono tenuti sotto controllo al fine di evitare qualsiasi confusione ed errori durante le attività di produzione.
  • I dipendenti di tutti i livelli sono consapevoli della sicurezza alimentare e della sicurezza della produzione.
  • Gli alimenti sono prodotti con i metodi più accurati e nelle giuste condizioni.
  • Per questi motivi, l'affidabilità dell'azienda aumenta nell'opinione pubblica.
  • L'azienda ottiene un grande vantaggio competitivo nei mercati nazionali ed esteri.
  • L'entità produce anche in conformità con le disposizioni di legge e non si trova ad affrontare alcuna situazione penale.
  • Le richieste dei clienti oggi e in futuro sono soddisfatte rapidamente e con alta qualità.

Cos'è il sistema di gestione della sicurezza alimentare ISO 22000?

Il motivo per cui la sicurezza alimentare è così importante è che il risultato corretto non può essere raggiunto analizzando alcuni dei prodotti alimentari prodotti. Pertanto, è necessario un metodo molto sistematico che includa tutti i processi nelle attività di produzione. In questo contesto, il sistema HACCP di analisi dei rischi e dei punti critici di controllo è stato sviluppato per la prima volta. Sebbene questo sistema fosse adeguato per la prima volta, quando la questione della sicurezza alimentare acquisì una dimensione più ampia con la globalizzazione, questa volta la International Standards Organization (ISO) ha preparato lo standard ISO 2005 per la gestione della sicurezza alimentare in 22000. Questo standard è uno standard internazionale e mira a stabilire una catena di produzione alimentare sicura in tutto il mondo. Il sistema di gestione della sicurezza alimentare ISO 22000 stabilisce un legame tra aziende produttrici di alimenti e fornitori, autorità legali, organizzazioni correlate e consumatori e cerca di garantire che i prodotti alimentari possano essere monitorati in ogni fase.

Mentre i principi HACCP si basano esclusivamente sulla fase di produzione delle attività di produzione alimentare, lo standard ISO 22000 copre una gamma molto più ampia dell'intera catena di produzione. Per questo motivo, lo standard HACCP è stato abolito da 2006.

Lo standard ISO 22000 è un insieme di standard stabiliti per condurre analisi di rischio nella produzione di alimenti, identificare punti di controllo critici, gestire i processi correlati e stabilire un sistema di gestione della qualità. Gli standard che compongono il sistema sono:

  • ISO 22000 Sistemi di gestione della sicurezza alimentare, requisiti per tutte le organizzazioni nella catena alimentare
  • ISO 22001 Sistemi di gestione della sicurezza alimentare, Guida ISO 9001 all'implementazione nelle aziende alimentari e delle bevande
  • ISO 22002 Sistemi di gestione della sicurezza alimentare, linee guida per l'implementazione dello standard ISO 9001 nella produzione di cereali
  • ISO 22003 Sistemi di gestione della sicurezza alimentare, requisiti per le organizzazioni che forniscono audit e certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza alimentare
  • ISO 22004 Sistemi di gestione della sicurezza alimentare, Manuale di applicazione ISO 22000
  • ISO 22005 Sistemi di gestione della sicurezza alimentare, tracciabilità nei mangimi e catena alimentare, principi di base e caratteristiche generali della progettazione e dell'implementazione del sistema

Lo standard HACCP, che costituisce la base dello standard ISO 22000, è stato originariamente progettato per essere utilizzato negli studi spaziali dell'America negli anni 1960, nella produzione di cibo fornito agli astronauti. In un certo senso, lo standard HACCP è un sistema di gestione del rischio. Tuttavia, i criteri HACCP sono stati presi come base in molti accordi internazionali che hanno ampliato l'uso di questi standard in breve tempo. Lo standard HACCP si concentra interamente sulla sicurezza alimentare nelle aziende produttrici di alimenti e si concentra solo sui rischi specifici per il cibo. In altre parole, come detto sopra, lo standard HACCP si basa solo sulle aziende produttrici di alimenti.

Il sistema di gestione della sicurezza alimentare ISO 22000 si basa pertanto sulla produzione e vendita di alimenti sicuri in tutto il mondo. L'importante non è solo la produzione di cibo, ma anche tutti i processi di imballaggio, conservazione, trasporto, marketing, vendita e raggiungimento dei consumatori. Grazie allo standard dell'acqua, i prodotti alimentari sicuri possono essere monitorati in qualsiasi momento.

La certificazione ISO 22000 mostra quanto aderiscono ai principi di sicurezza alimentare nei confronti dei consumatori. Lo standard ISO 22000 combina i processi di controllo e le attività di regolamentazione in un sistema di gestione per garantire la sicurezza alimentare per questo scopo.

Le aziende alimentari che desiderano ottenere la certificazione ISO 22000 devono stabilire un sistema HACCP definito dal Codice degli alimenti (Codex Alimentarius), identificare i rischi per tutti i processi, nonché i flussi di lavoro documentali e i processi di lavoro che comportano buone pratiche di produzione e requisiti normativi pertinenti.

Il Codice degli alimenti è lo standard nutrizionale internazionale sviluppato da una commissione istituita dall'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) e dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Lo standard ISO 22000, che è uno standard internazionale, è uno standard che comprende tutte le aziende della catena alimentare, comprese le società di catering e di confezionamento.

Il sistema di gestione della sicurezza alimentare ISO 22000 ha un'ampia copertura. Comprende aziende produttrici di alimenti, aziende produttrici di mangimi, società produttrici di materiali di imballaggio, materie prime o aziende produttrici di additivi, produzione di detergenti e disinfettanti, magazzini, trasportatori, grossisti, dettaglianti e tutti coloro che forniscono servizi di ristorazione.

Oggi, uno degli ostacoli al nostro paese nel processo di armonizzazione dell'Unione europea è il cibo. I paesi dell'Unione Europea sono molto sensibili riguardo al cibo. Le disposizioni legali del Ministero dell'alimentazione, dell'agricoltura e dell'allevamento riguardano principalmente la regolamentazione dell'infrastruttura delle aziende produttrici di alimenti e le costringono a rispettare le condizioni igieniche. Sono inoltre incoraggiati ad ottenere la certificazione ISO 22000 Food Safety Management System. In questo modo, l'onere di supervisione e supervisione delle istituzioni ufficiali sarà alleviato.

La struttura di base dello standard TS EN ISO 22000 per la gestione della sicurezza alimentare è la seguente:

  • Sistema di gestione della sicurezza alimentare
    • Condizioni generali
    • Requisiti di documentazione
  • Responsabilità di gestione
    • Impegno di gestione
    • Politica di sicurezza alimentare
    • Pianificazione del sistema di gestione della sicurezza alimentare
    • Responsabilità e autorità
    • Capo squadra di sicurezza alimentare
    • comunicazione
    • Preparazione e risposta alle emergenze
    • Revisione della direzione
  • Gestione delle risorse
    • Fornire risorse
    • Risorse umane
    • infrastruttura
    • Ambiente di lavoro
  • Pianificazione e implementazione del prodotto sicure
    • Generale
    • Programmi prerequisiti
    • Fasi primarie di analisi dei pericoli
    • Analisi dei pericoli
    • Stabilire programmi prerequisiti operativi
    • Preparazione del piano HACCP
    • Aggiornamento delle informazioni iniziali e dei documenti specificati nei piani OGP (Operational Prerequisite Program) e HACCP
    • Pianificazione della verifica
    • Sistema di tracciabilità
    • Controllo di non conformità
  • Validazione, verifica e miglioramento del sistema di gestione della sicurezza alimentare
    • Generale
    • Convalida delle combinazioni delle misure di controllo
    • Controllo del monitoraggio e misurazione
    • Verifica del sistema di gestione della sicurezza alimentare
    • reinserimento

Questi allegati standard includono quanto segue a fini informativi:

  • Appendice A: corrispondenza tra gli standard ISO 22000 e ISO 9001
  • Allegato B: corrispondenza tra gli standard HACCP e ISO 22000
  • Appendice C: risorse del Codice alimentare che forniscono esempi di misure di controllo, compresi i programmi di prerequisiti, e che guidano la selezione e l'uso di essi

Un efficace sistema di gestione della sicurezza alimentare richiede una regolare cooperazione tra tutte le attività di gestione dell'impresa, l'implementazione e l'aggiornamento secondo necessità. Lo standard ISO 22000 è stato stabilito sotto lo stesso tetto con lo standard ISO 9001 Quality Management System al fine di aumentare l'armonia tra di loro. In questo modo, lo standard ISO 22000 può essere installato separatamente e indipendentemente dagli altri standard del sistema di gestione dell'azienda. Può anche essere facilmente integrato con altri standard applicati nell'azienda.

Lo standard ISO 22000 integra i principi e le fasi di implementazione dello standard HACCP progettato dalla Commissione del Codex Alimentarius. Combina piano HACCP e programmi prerequisiti. L'analisi dei rischi alimentari è la chiave per un efficace sistema di gestione della sicurezza alimentare. Effettuando analisi dei rischi, è più facile identificare e attuare le misure da adottare. Questo standard richiede l'identificazione e la valutazione dei rischi associati alle strutture e ai processi dell'entità e i possibili rischi nella catena alimentare.

Lo standard ISO 22000 è concepito come standard di audit per facilitarne l'implementazione. Tuttavia, le imprese sono libere di scegliere i metodi necessari per soddisfare i requisiti di questo standard.

In breve, questo standard mira a garantire la sicurezza alimentare nelle operazioni della catena alimentare globale. È un sistema altamente coerente e integrato per le aziende che desiderano concentrarsi maggiormente sulla sicurezza rispetto a quanto richiesto dai requisiti normativi. In questo modo, rispetta pienamente i requisiti delle normative legali e l'azienda può facilmente superare gli audit ufficiali e privati ​​necessari.

certificazione

L'azienda, che fornisce servizi di auditing, supervisione e certificazione a standard riconosciuti a livello internazionale, fornisce anche servizi di ispezione, test e controllo periodici.

Bize Ulaşın

Indirizzo:

Head Office Mh, Gencosman Cd, No 11
Gungoren - Istanbul

telefon:

+ 90 (212) 702 40 00

Whatapp:

+ 90 (532) 281 01 42

Perché TÜRCERT

Arama