trarzh-TWenfrdeelitfarues

GMP

Certificazione di buona pratica di fabbricazione GMP

Certificazione di buona pratica di fabbricazione GMP

Quali sono le buone pratiche di fabbricazione GMP?

GMP Good Manufacturing Practices è un sistema progettato appositamente per i produttori che operano nel settore farmaceutico e alimentare e si basa su requisiti di qualità di base per una produzione sana.

I primi studi in questa direzione nei paesi dell'Unione Europea sono stati nel campo dei cosmetici in 2010. Come risultato di questi studi, il regolamento cosmetico è stato pubblicato ed era obbligatorio applicare i principi del regolamento cosmetico in tutti i paesi dell'Unione europea, compresi i paesi candidati.

GMP è l'acronimo di Good Manufacturing Practices, che significa Buone Pratiche di produzione in inglese. Buone pratiche di produzione, anche se principalmente iniziato con i cosmetici, oggigiorno, farmaci, dispositivi medici e attrezzature, prodotti alimentari e cosmetici in molte aree relative alla salute delle persone prodotte prodotti, condizioni salutari e richiede la produzione di ambienti affidabili. Questo sistema non si occupa solo di prodotti e dipendenti, ma si occupa anche di tutti gli aspetti delle aziende manifatturiere. In questo contesto, i luoghi di produzione, i macchinari e le attrezzature utilizzate, i rapporti con l'ambiente, i processi di produzione, le proprietà delle materie prime utilizzate, le qualifiche e le esperienze dei dipendenti sono tutti fattori che determinano l'affidabilità e la qualità del prodotto.

Buona Fabbricazione di sistema, inoltre, in termini di essere il kailtel di prodotti, a partire dall'ingresso più materia prima per l'impianto di produzione, compresa la progettazione, fabbricazione, l'imballaggio, in tutti i processi quali immagazzinamento e distribuzione, fornisce prodotti conformi a determinati standard.

In termini di preoccupazione per la salute umana, è responsabilità primaria eliminare o almeno ridurre al minimo la possibilità di inquinamento dei prodotti da fonti interne ed esterne in termini di produttori che operano in settori come quello farmaceutico, alimentare e cosmetico. Le misure necessarie sono prese al riguardo con le disposizioni legali prese nel nostro paese. Il problema principale è che tali prodotti sono prodotti in condizioni affidabili e standard specifici.

In effetti, l'emergere della comprensione delle Good Manufacturing Practices risale agli anni di 1990. In quegli anni, la Food and Drug Administration statunitense ha sviluppato uno standard di qualità sanitaria che spiega le condizioni che devono essere rispettate in tutti i processi, compresa la consegna di vari prodotti e servizi ai consumatori. Questo standard è stato accettato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e da molte altre organizzazioni internazionali ed è diventato molto diffuso in 2000.

Oggi, le aree in cui è implementato il Good Manufacturing Practices System di GMP si sono notevolmente ampliate. Ad esempio, ISO Sistema 9001 di Gestione della Qualità, ISO Sistema di Gestione Ambientale 14001, HACCP Hazard Analysis e Critical System Control Point, ISO 22000 Sistema di Gestione Prodotti alimentari, OHSAS 18001 Occupational Health e Safety Management System, SA 8000 Responsabilità Sociale di sistema, ISO 16949 Automotive Industry di Gestione della Qualità Sistema di gestione dei dispositivi medici ISO e 13485 e 13488. Tutti questi sistemi includono pratiche per la fornitura e la protezione di salute, ambiente, qualità e condizioni igieniche a livello internazionale.

ISO 22716 Cosmetico Buon sistema di produzione Di cosa si tratta?

International Standards Organization (ISO), in pratica, al fine di garantire che i prodotti cosmetici güvenlirlig e qualità in 2007 riunire i molti standard nazionali ed esteri pubblicati in vari momenti ISO 22716 Cosmetic Good Manufacturing Practice System ha rilasciato lo standard. È progettato per soddisfare le esigenze dell'industria cosmetica standard e copre tutti i prodotti cosmetici e per la cura personale.

Questo standard è alla base dello standard GMP Good Manufacturing Practice, sviluppato in seguito e finalizzato a garantire la produzione di prodotti efficaci e affidabili in vari settori legati alla salute. Lo standard Good Manufacturing Practices fornisce una guida per determinare le condizioni di produzione di medicinali, alimenti, dispositivi medici e simili.

Lo standard ISO 22716, che offre un approccio completo al sistema di gestione della qualità nella produzione, test, imballaggio, stoccaggio e molti processi di prodotti cosmetici, può essere facilmente stabilito nelle imprese. Poiché i consumatori rivendicano la sicurezza dei prodotti cosmetici come prima condizione, i produttori si rivolgono allo standard ISO 22716 per soddisfare le richieste nei mercati locali ed esteri.

I principi del regolamento cosmetico pubblicati nei paesi dell'Unione europea si basano sulle condizioni di questo standard. Il regolamento obbliga l'applicazione di questo standard. Pertanto, per avere una mano nel documento ISO 22716 conforme ai requisiti normativi da un lato e di beneficiare dei vantaggi, produttori ISO 22716 Cosmetici Good Manufacturing Practices e sta gestendo il sistema istituito nel mondo degli affari.

Nel nostro paese, questo standard è stato pubblicato in 22716 dal Turkish Standards Institute con il titolo di TS EN ISO 2013 Cosmetics, Good Manufacturing Practices (GMP), Good Manufacturing Practices.

Questo standard è la linea guida per i processi di produzione, controllo, stoccaggio e spedizione dei prodotti cosmetici. Questo standard copre argomenti relativi alla qualità dei prodotti cosmetici. Tuttavia, non copre la sicurezza e la protezione ambientale del personale impiegato nel suo insieme. Le questioni ambientali e di sicurezza sono tra le responsabilità di base delle imprese e tali questioni sono controllate nell'ambito delle normative legali pertinenti. Allo stesso tempo, questo standard non si applica alle attività di ricerca e sviluppo in corso e alle condizioni di distribuzione dei prodotti finiti.

In breve, l'obiettivo principale dello standard TS EN ISO 22716 è prevenire la possibilità di contaminazione dovuta a fonti interne ed esterne nei processi di produzione dei prodotti cosmetici e le misure che i produttori devono prendere al riguardo.

È importante che le aziende manifatturiere che esportano in paesi stranieri, in particolare nei paesi dell'Unione Europea, rispettino lo standard ISO 22716. Le norme legali in vigore richiedono anche che le aziende produttrici di prodotti cosmetici siano registrate presso il Ministero della Salute e che vengano loro notificati tutti i prodotti che producono. Non è possibile per le imprese che non rispettano questi principi combattere contro i loro concorrenti.

Oggi, il Turkish Standards Institute, sia per i prodotti cosmetici che devono essere prodotti ed esportati nel nostro paese, sia per i paesi stranieri da consegnare al mercato nazionale per i prodotti da offrire, vengono effettuati studi di certificazione.

Quali sono i requisiti del sistema GMP Good Manufacturing Practice?

Il sistema GMP Good Manufacturing Practice riguarda la direzione sia della produzione che del controllo di qualità dei prodotti per la salute come descritto sopra. Pertanto, è possibile ordinare i requisiti del sistema come segue:

  • Tutti i processi dovrebbero essere rivisti e chiaramente determinati durante le fasi di produzione. In sostanza, i prodotti sono conformi agli standard.
  • I processi critici per i processi di produzione e le modifiche a questi processi devono essere approvati.
  • La corretta implementazione del sistema dipende dalla fornitura di alcune strutture. Ad esempio, i dipendenti devono essere formati e, le condizioni operative specializzato deve essere ottimale per i materiali corretti e appropriati sarebbero utilizzati nella produzione, macchinari e attrezzature adeguate in funzione, l'applicazione deve essere istruito e principi workflow preparato, comodo deposito per i prodotti che devono essere presenti e il trasporto di veicoli, metodi devono essere fatti con.
  • I dipendenti devono essere formati nel Sistema di buona prassi di produzione e rispettare il flusso di lavoro e le linee guida della pratica che sono state preparate.
  • attività di produzione durante che funziona condotte in conformità con le istruzioni per l'applicazione e diagrammi di flusso che mostrano che la qualità richiesta dei prodotti e le registrazioni devono essere tenuti.
  • Se ci sono delle deviazioni nella produzione, devono essere registrate.
  • I documenti conservati dovrebbero essere accessibili alle persone interessate.
  • Le attività di distribuzione devono essere svolte lontano dai vari rischi che possono influire sulla qualità dei prodotti.
  • Nell'improbabile eventualità che i prodotti debbano essere richiamati dal mercato, è necessario creare un ordine nell'azienda.
  • Un sistema dovrebbe essere stabilito, valutato e risposto ai possibili reclami dei consumatori.

Quando tutti questi requisiti sono soddisfatti, i produttori ottengono vantaggi significativi. Naturalmente, il valore di mercato e la dignità dell'impresa aumenteranno. Allo stesso tempo, la società sarà sempre preparata per le necessarie ispezioni ufficiali da effettuare, in quanto le disposizioni legali pertinenti saranno soddisfatte a causa delle attività appropriate ai processi.

Quali sono i principi del sistema GMP Good Manufacturing Practice?

I principi alla base del sistema GMP Good Manufacturing Practice sono i seguenti:

  • Il sistema di gestione della qualità dovrebbe essere stabilito e implementato nel produttore
  • La struttura organizzativa e le qualifiche dei dipendenti della società devono essere revisionate con un approccio gestionale efficace
  • L'azienda deve rispettare lo standard previsto di impianti di produzione, costruzione, macchinari, attrezzature e materiali.
  • Le istruzioni per l'applicazione, i processi di lavoro e i diagrammi del flusso di lavoro devono essere in forma scritta
  • Principi per l'introduzione, la lavorazione, lo stoccaggio e la distribuzione delle materie prime agli impianti di produzione
  • Devono essere effettuati controlli di qualità e test di competenza dei prodotti
  • Le fasi di autorizzazione delle attività della Società e le autorità e le responsabilità di tutte le persone e tutti i dipendenti devono essere determinati.
  • Dovrebbero essere stabiliti i sistemi di ricezione, valutazione e risposta dei consumatori
  • I processi per il ritiro dei prodotti dal mercato dovrebbero essere stabiliti in situazioni impreviste
  • Devono essere identificati i processi per indagare sui possibili difetti di produzione e adottare le misure necessarie
  • Devono essere identificati i processi per la distruzione di prodotti problematici o prodotti restituiti
  • Audit interni ed esterni dell'azienda

In breve, questi principi mirano a garantire la qualità e la salute dei prodotti che influiscono sulla salute umana. Buone pratiche di produzione e condizioni igieniche nella produzione sono raggiunte solo dal GMP Good Manufacturing Practices System. Buone pratiche di produzione garantiscono la produzione continua di prodotti in linea con gli standard di qualità dei produttori e in linea con le esigenze del mercato. In generale, le buone pratiche di fabbricazione GMP fanno parte del sistema di garanzia della qualità e considerano la qualità come parte integrante del prodotto. Un sistema di garanzia della qualità correttamente implementato è strettamente legato alle buone pratiche di produzione, al controllo di qualità e ai fattori di gestione del rischio di qualità in termini di affidabilità del prodotto.

Qual è il buon sistema di produzione per GMP?

Ciò che è importante è che molti prodotti con gravi conseguenze per la salute umana, come medicinali, dispositivi medici e attrezzature, cibo e cosmetici, sono prodotti in conformità con le condizioni igieniche, sono di alta qualità e non rappresentano una minaccia per la salute umana. A tale riguardo, lo standard GMP Good Manufacturing Practice System offre numerosi vantaggi sia per i produttori che per i consumatori.

I risultati ottenuti dai produttori che hanno ottenuto lo standard di buona pratica di produzione e hanno ricevuto il certificato di buone pratiche di fabbricazione GMP possono essere elencati come segue:

  • Durante il lavoro di produzione, vengono impediti difetti di produzione, varie confusioni e varie contaminazioni del prodotto.
  • In questo modo, i prodotti sono prodotti in condizioni sane e igieniche e presentati ai consumatori.
  • Nei mercati nazionali ed esteri, la società produttrice ha ottenuto un vantaggio competitivo.
  • Maggiore affidabilità nei prodotti dell'azienda per i consumatori
  • Le nuove richieste dei consumatori in futuro saranno soddisfatte rapidamente e in tempo
  • Rispetto delle normative legali nazionali ed estere
  • Questa situazione impedisce naturalmente alle compagnie di ferro di cadere in possibili situazioni criminali.
  • La motivazione dei dipendenti dell'azienda è in aumento e i livelli di conoscenza delle buone pratiche di produzione sono in aumento.
  • Produttore e audit interni ed esterni senza problemi
  • La reputazione e la reputazione dell'azienda nel mercato sono in aumento

Qual è il regolamento sulle buone pratiche agricole?

Il regolamento sulle buone pratiche agricole è stato pubblicato dal Ministero dell'alimentazione, dell'agricoltura e dell'allevamento in 2010. Durante la preparazione di questo regolamento, vengono enfatizzati i seguenti principi:

  • Produzione agricola in modo da non rappresentare un pericolo per la salute umana e animale e le condizioni ambientali
  • Nessun danno alle risorse naturali
  • Fornire i principi di tracciabilità e sostenibilità nelle attività agricole
  • Fornire sempre prodotti affidabili e di qualità ai consumatori

Il regolamento preparato in linea con questi obiettivi regola in generale i principi delle buone pratiche agricole e copre le regole generali di questa pratica, le procedure di controllo e certificazione, i doveri e le responsabilità delle società produttrici, delle organizzazioni di produttori e degli organismi di certificazione.

Il punto più importante in termini di lavoro di certificazione è che l'organismo di certificazione dovrebbe essere un organismo accreditato nell'ambito di TS EN ISO / IEC 17065 (Valutazione della conformità - Condizioni per la certificazione di prodotto, processo e servizio). La certificazione può essere su base individuale o come gruppo.

Nel quadro delle norme citate nel lavoro di certificazione è effettuata sulla base dei seguenti gruppi di prodotti: produzione vegetale (età frutta e verdura, colture erbacee, fiori e piante ornamentali, piantine e vivaio e tè), produzione animale (bovini da latte, bovini da carne da ingrasso, come pollame e hindicilik) e dell'acquacoltura (pesce e frutti di mare, come le coppie nidificanti).

Di conseguenza, le buone pratiche agricole sono l'adattamento delle buone pratiche di fabbricazione ai prodotti agricoli.

Buone pratiche agricole nell'industria farmaceutica

In termini di produzione e controllo dei prodotti farmaceutici, le buone prassi di fabbricazione, gli studi di controllo della qualità e i fattori di gestione della qualità sono di grande importanza. Questi elementi hanno un'importanza fondamentale per la produzione e il controllo di prodotti farmaceutici. Di conseguenza, i farmaci devono essere adatti alle informazioni riportate sull'etichetta e il farmaco deve contenere le sostanze corrette nelle proporzioni corrette. Il farmaco deve essere privo di impurità chimiche, fisiche e biologiche indesiderate. Infine, la quantità di sostanza attiva del farmaco deve essere idonea al trattamento previsto.

Buone pratiche di produzione nelle attività di produzione di farmaci garantiscono quanto segue:

  • Progettazione e sviluppo del prodotto in conformità con i principi di GLP, Good Laboratory Practice
  • Definire i processi di produzione e controllo in un linguaggio chiaro
  • Chiare responsabilità di gestione
  • Fornitura di tutti i prodotti intermedi, comprese le materie prime, con principi, controllo e utilizzo adeguati per la produzione
  • Supervisione della produzione di farmaci da parte di determinati processi
  • Rispetto delle normative e dei controlli rilevanti per l'immissione di farmaci sul mercato
  • Controllo dei processi di stoccaggio e distribuzione dei farmaci

Di conseguenza, Good Laboratory Practice è una forma di buona pratica di produzione adattata all'industria farmaceutica.

La relazione tra le pratiche di controllo della qualità e le buone pratiche di produzione

Le pratiche di controllo della qualità sono parte integrante delle buone pratiche di fabbricazione GMP. Ha lo scopo di determinare la qualità delle materie prime e la qualità del prodotto finito prima della vendita e della distribuzione. Gli studi sul controllo della qualità comprendono specifiche, campionamento, test e organizzazione, processi di approvazione della documentazione. Gli studi sul controllo della qualità non si limitano agli studi di laboratorio. Il controllo di qualità è efficace nel prendere decisioni sulla qualità del prodotto. Per questo motivo, uno studio di controllo della qualità deve essere condotto in ogni punto della produzione. A tale scopo, le società produttrici dovrebbero offrire opportunità per garantire attività di controllo della qualità affidabili ed efficaci. Principalmente, le procedure di controllo della qualità dovrebbero essere eseguite e registrate in conformità con i processi scritti.

A tale riguardo, ad esempio nell'industria farmaceutica, i farmaci devono essere prodotti con applicazioni scientifiche e tecnologiche che forniscano qualità, sicurezza ed efficienza. Il modo per raggiungere questo obiettivo è provare questa situazione. Questi studi di convalida sono chiamati convalida. Di conseguenza, i risultati della convalida sono indicativi della qualità dei farmaci.

dati che indicano che è fatto nel sistema Buona Fabbricazione comprende un farmaco nel settore farmaceutico sono medicinale contiene il materiale corretto verso sostanze contenute nel rapporto desiderato, il materiale corretto nella purezza desiderata, metodi specifici droga e medicamento accuratamente fabbricati confezionato conseguenza, imballati corretta identificazione farmaco, è previsto per mantenere il farmaco può essere ottenuto come appropriato, e ogni volta queste misurazioni e operazioni.

le persone che fanno studi di controllo di qualità, per la determinazione del processo di controllo qualità, dalla verifica e l'attuazione di materiali nascondigli e di prodotti di numeri di riferimento, per garantire la corretta etichettatura dei prodotti, stanno prendendo parte a seguire la stabilità del prodotto e delle denunce prodotti correlati.

Gli studi sul controllo della qualità dovrebbero comprendere anche tutti i fattori rilevanti, quali la valutazione dei prodotti finiti, i risultati dei test delle condizioni e dei processi di produzione, la valutazione dei documenti di produzione, l'idoneità delle proprietà del prodotto finito e l'esame dell'imballaggio del prodotto.

L'importanza del documento del sistema di buone pratiche di fabbricazione GMP

La certificazione GMP Good Manufacturing Practices System è un documento che dimostra che i prodotti prodotti in settori come prodotti farmaceutici, dispositivi medici e attrezzature, prodotti alimentari e cosmetici sono ispezionati e commercializzati in modo sicuro. Questo documento fornisce un approccio di qualità per le attività di produzione e garantisce il funzionamento professionale della produzione in questi settori e garantisce la fiducia nei prodotti.

Durante gli studi di certificazione, il produttore valuta tutti gli aspetti della produzione e ogni aspetto della produzione. Strutture produttive, strumenti, materiali e materiali utilizzati, materie prime di alta qualità e affidabili, fasi di produzione, dipendenti e ambiente aziendale sono controllati separatamente. Gli studi di certificazione del sistema GMP Good Manufacturing Practices, che riguardano principalmente i settori farmaceutico e alimentare, hanno incluso anche la legge sui cosmetici, i detergenti e i prodotti per la pulizia nel settore cosmetico e nel settore cosmetico. Anche gli strumenti medici e le attrezzature utilizzate nell'uomo e negli animali sono inclusi nel campo di applicazione.

Gli organismi di certificazione formano un programma di lavoro su richiesta delle aziende manifatturiere e quindi effettuano la revisione dei documenti attraverso il lavoro di documentazione preparato dal produttore assegnando auditor esperti. La seconda fase dell'audit viene svolta monitorando stabilmente le attività di produzione negli stabilimenti di produzione del produttore. L'organismo di certificazione valuta il produttore sulla base delle relazioni del revisore e, se del caso, invia il certificato del Sistema di buona fabbricazione GMP e lo invia all'azienda. Il periodo di validità di questo documento è di tre anni, ma almeno una volta all'anno sono richieste ispezioni intermedie presso il produttore.

Buone pratiche di produzione in termini di salute umana

Il fenomeno della globalizzazione sta diventando sempre più importante nel mondo, in particolare nei settori farmaceutico, sanitario e alimentare, con la fornitura di prodotti e servizi che soddisfano le norme di qualità e igiene. La necessità di sistemi di controllo e certificazione della qualità, che sono importanti per la salute umana, è una conseguenza di ciò. Al giorno d'oggi, le organizzazioni che operano nel settore sanitario si rivolgono alle buone pratiche di produzione GMP, che includono metodi avanzati di controllo della qualità e dell'igiene e sistemi di documentazione. Inoltre, questo sistema può essere facilmente installato nei sistemi operativi dell'organizzazione. Sebbene il settore in cui le buone pratiche di fabbricazione GMP vengono utilizzate per la prima volta sia solo il settore alimentare, la consapevolezza della protezione della salute umana è aumentata e questo sistema è stato utilizzato in tutte le organizzazioni di produzione di prodotti e servizi. Oggi è stato messo in discussione il documento sulle buone pratiche di fabbricazione GMP nel commercio internazionale.

Come è noto, la serie di sistemi di gestione della qualità ISO 9000 include lo standard attorno a 20. Ma ci sono in realtà quattro sistemi di qualità di base:

  • Sistemi di gestione della qualità ISO 9000: concetti, termini e ricette di base
  • ISO 9001 Sistemi di gestione della qualità - Termini
  • ISO 9004 Sistemi di gestione della qualità - Guida per miglioramenti delle prestazioni
  • Guida ISO 19011 per controllo qualità e ambientale

Inoltre, sono stati sviluppati altri sistemi di gestione per condizioni di qualità, salute e igiene per diversi settori. Ad esempio,

  • Sistema di gestione ambientale ISO 14001
  • Sistema di analisi dei rischi HACCP e punti critici di controllo
  • Sistema di gestione alimentare ISO 22000
  • OHSAS 18001 Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
  • Sistema di responsabilità sociale SA 8000
  • Sistema di gestione della qualità del settore automobilistico ISO 16949
  • Sistema di gestione dei dispositivi medici ISO 13485 e 13488
  • Sistema di gestione integrato

Tutti questi sistemi di standardizzazione e gestione della qualità comprendono applicazioni per la protezione dell'igiene e della qualità sulla base della salute, dell'ambiente e delle diverse aree di produzione, ma sulla base di standard internazionali.

Oltre a questi, la standardizzazione dei sistemi di qualità come Good Laboratory Practices e Good Clinical Practices ha compiuto oggi importanti progressi negli studi clinici. In questo modo, ci sono altre buone pratiche di produzione che vengono utilizzate a livello internazionale. Le seguenti implementazioni esemplificative variano a seconda dei settori di attività e delle aree di servizio e possono essere indirizzate a diversi gruppi professionali:

  • Buone pratiche agricole
  • Buone pratiche veterinarie
  • Buone pratiche igieniche
  • Buona pratica di laboratorio
  • Buone pratiche di distribuzione
  • Buone pratiche commerciali
  • Buone pratiche di archiviazione
  • Buona pratica clinica

Good Manufacturing Practices è un sistema di controllo qualità che controlla i processi di produzione, conservazione, distribuzione e consegna di prodotti come prodotti farmaceutici, alimentari, cosmetici e farmaci veterinari, e può essere facilmente applicato a molti settori diversi, come visto sopra.

Il deterioramento dell'equilibrio ecologico nel mondo, l'esaurimento delle risorse naturali, l'acquisizione di cibo e il sostentamento hanno iniziato a creare grandi problemi. Parallelamente a ciò, le aspettative alimentari sicure hanno iniziato ad aumentare nelle persone e sono state avviate nuove applicazioni. Buone pratiche agricole, buone pratiche di igiene o buone pratiche di produzione sono il risultato di questi sforzi.

Il primo di questi è Good Manufacturing Practices. Questa applicazione è l'applicazione principale nei processi di produzione e distribuzione di prodotti alimentari e contiene una serie di criteri che dovrebbero essere applicati nei processi di materie prime, lavorazione, sviluppo del prodotto, produzione, imballaggio, stoccaggio e distribuzione per la produzione di qualità. Nell'Unione europea, l'Autorità alimentare europea è stata istituita in 2003 e ha promulgato legalmente il sistema di analisi dei rischi e dei punti critici di controllo HACCP, le buone pratiche di igiene e le buone pratiche di fabbricazione. Questa legge è responsabile sia dei paesi dell'Unione europea, dei paesi candidati all'adesione all'Unione e dei paesi terzi impegnati nel commercio con questi paesi.

Nel nostro paese, sono state introdotte norme giuridiche nel quadro di studi di armonizzazione con l'Unione europea e il Codice alimentare turco è stato istituito. Questo codice è stato armonizzato con Amerka Food and Drug Administration e con le direttive dell'Unione europea. In questo modo, il sistema alimentare del paese, lo standard HACCP e le buone pratiche di produzione, come i sistemi di qualità, vengono applicati per garantire l'affidabilità.

Oggi i consumatori sono preoccupati di quanto possano essere sani questi alimenti. I consumatori coscienti mettono costantemente in discussione le fasi in cui vengono prodotti gli alimenti, la quantità di materiale residuo che contengono, la quantità di prodotti per l'igiene che i produttori incontrano, la quantità di strumenti di produzione utilizzati per la produzione e l'efficienza con cui le aziende vengono controllate.

Cibo sicuro significa che i nutrienti non vengono persi in termini di proprietà fisiche, chimiche e microbiologiche degli alimenti e sono adatti al consumo. Oggi, la sicurezza alimentare ha acquisito una dimensione globale. Da un lato, da un lato, la sicurezza alimentare globale ha acquisito importanza sociale, economica e ambientale per tutti i produttori e i consumatori del mondo. Pertanto, è essenziale che i prodotti mantengano le loro caratteristiche naturali in tutti i processi dal produttore al consumatore, e il buon sistema di produzione GMP ha un ruolo importante nel garantire questo.

certificazione

L'azienda, che fornisce servizi di auditing, supervisione e certificazione a standard riconosciuti a livello internazionale, fornisce anche servizi di ispezione, test e controllo periodici.

Bize Ulaşın

Indirizzo:

Head Office Mh, Gencosman Cd, No 11
Gungoren - Istanbul

telefon:

+ 90 (212) 702 40 00

Whatapp:

+ 90 (532) 281 01 42

Perché TÜRCERT

Arama