trarzh-TWenfrdeelitfarues

Buona agricoltura

Buona certificazione di pratiche agricole

Buona certificazione di pratiche agricole

Che cosa significa buona pratica agricola?

Le buone pratiche agricole sono molto importanti in termini di produzione agricola efficiente e di alta qualità e di consumo alimentare sicuro. Con questa applicazione, aumentano sia il guadagno che la competitività delle aziende manifatturiere e la salute dei consumatori è protetta.

In sostanza, le buone pratiche agricole coprono tutti i processi di produzione e di marketing che vanno dalla coltura agricola ai prodotti di fronte al consumatore. Nella fase decisionale, è necessario conoscere i prodotti precedentemente coltivati ​​o le attività agricole nel suolo e valutare l'impatto sulla salute umana e sulle condizioni ambientali. Il suolo non può essere utilizzato per le buone pratiche agricole se vi sono rischi che non possono essere controllati.

Al fine di ottenere il beneficio atteso dalle buone pratiche agricole, in primo luogo, le società produttrici dovrebbero effettuare studi di valutazione del rischio prima di prendere decisioni sulla produzione. In questo studio di valutazione del rischio, il tipo di suolo, le caratteristiche di erosione, il livello e la qualità delle acque sotterranee, lo stato delle risorse idriche sostenibili, se il suolo è contaminato da parassiti e altri insetti dannosi e l'impatto delle aree limitrofe devono essere presi in considerazione. Le aziende produttrici sono obbligate a realizzare la produzione rotazionale al fine di proteggere la salute del suolo, garantire il più alto livello di salute delle piante ed eliminare il più possibile la dipendenza dai pesticidi.

Tutti i lavori da svolgere durante le attività di produzione devono essere registrati e questi registri devono essere conservati per un'ispezione successiva. In questi registri sono inclusi molti dettagli come il tipo di coltura, le caratteristiche dell'area geografica della coltura, il motivo della fertilizzazione, il momento dell'applicazione del fertilizzante, il nome commerciale e la quantità di sostanze chimiche utilizzate durante la fecondazione, le modalità di applicazione, il numero di giorni dopo l'applicazione della coltura e la quantità di tempo e quantità di irrigazione. si dovrebbero prendere.

Durante la lavorazione del suolo, i metodi dovrebbero essere utilizzati nelle attività di produzione per prevenire l'erosione e proteggere la struttura fisica del suolo. Semi, piantine o piantine dovrebbero essere utilizzati per fornire alta qualità e alte rese. Le analisi del suolo devono essere eseguite almeno una volta all'anno per determinare la necessità di fertilizzazione. Dovrebbe essere deciso quale fertilizzante dovrebbe essere usato secondo la struttura del terreno e la fertilizzazione dovrebbe essere fatta quando e quando la pianta ne ha bisogno. I sistemi di irrigazione dovrebbero essere installati in modo tale da poter utilizzare le risorse idriche in modo efficace e fornire la quantità necessaria di piante coltivate. Le risorse idriche dovrebbero essere analizzate almeno una volta all'anno per identificare contaminanti microbici, chimici e minerali. Nella lotta contro malattie e parassiti, i metodi culturali, meccanici, biologici o biotecnologici dovrebbero essere applicati per primi e l'ultimo controllo chimico dovrebbe essere preferito. Nel frattempo, se si intende utilizzare la pseticide, le analisi dei residui di antiparassitari dovrebbero essere effettuate ad una certa frequenza e un piano d'azione di emergenza dovrebbe essere attuato se l'importo del residuo supera i limiti. Il prodotto deve essere raccolto nelle condizioni igieniche necessarie. Dovrebbe essere specificato il tipo di rifiuti possibili relativi alle attività di produzione e alle possibili fonti di inquinamento.

Le aziende che producono in conformità con questi principi e i loro prodotti sono certificate con il Certificato di prodotto delle buone pratiche agricole dagli organismi di certificazione autorizzati dal Ministero dell'alimentazione, dell'agricoltura e dell'allevamento.

I consumatori ora preferiscono prodotti e alimenti prodotti con le buone pratiche agricole.

Regolamento di attuazione sulle buone pratiche agricole

Il regolamento sulle buone pratiche agricole è stato pubblicato dal Ministero dell'alimentazione, dell'agricoltura e dell'allevamento in 2010. Gli scopi di questa metodologia sono i seguenti:

  • Produzione agricola che non danneggia la salute umana e animale e le condizioni ambientali
  • Conservazione delle risorse naturali
  • Garantire la tracciabilità e la sostenibilità nelle attività agricole
  • Fornire prodotti affidabili ai consumatori

A tal fine, il regolamento disciplina i principi delle buone pratiche agricole. Il regolamento include le regole generali delle buone pratiche agricole, le procedure di controllo e certificazione, i doveri e le responsabilità delle istituzioni competenti, i produttori, le organizzazioni di produttori, i produttori e gli organismi di certificazione.

Secondo il suddetto regolamento, le Buone Pratiche Agricole sono condotte nell'ambito dei criteri di conformità e dei punti di controllo stabiliti dal Ministero. L'ente di certificazione deve essere accreditato secondo lo standard TS EN ISO / IEC 17065 (Valutazione di conformità - Requisiti per le organizzazioni che emettono certificazione di prodotto, di processo e di servizio). I prodotti agricoli prodotti dopo gli audit sono documentati. La certificazione dei prodotti agricoli può essere fatta individualmente o in gruppo.

Secondo il regolamento, le attività di certificazione sono svolte nei seguenti gruppi di prodotti:

  • Produzione vegetale (ortofrutticoli freschi, coltivazioni in campo, piante da fiore e ornamentali, piantina e vivaio e tè)
  • Produzione animale (bovini da latte, ingrasso bovino, pollame e tacchino)
  • Acquacoltura (acquacoltura di pesci e bivalvi)

Il sistema Good Agricultural Practices si basa sul principio della registrazione delle attività produttive e dei processi produttivi delle società produttrici. I prodotti vengono monitorati in ogni fase dalla semina nel terreno fino alla raccolta e al raggiungimento del tavolo del cliente. Gli organismi di certificazione verificano se tutte le fasi di produzione sono conformi ai criteri delle buone pratiche agricole.

I produttori che hanno ottenuto il certificato Good Agricultural Practices hanno le seguenti garanzie:

  • Tutte le precauzioni per la sicurezza alimentare sono state prese durante le attività di produzione
  • Durante le attività produttive, è stata data importanza alla protezione del suolo e delle condizioni ambientali.
  • La salute, la sicurezza e il benessere dei dipendenti sono sempre considerati

Il periodo di validità del certificato di buone pratiche agricole rilasciato alle aziende produttrici è di un anno dalla data di rilascio. Ogni anno i produttori devono sottoporsi a nuovo controllo e rinnovare i loro certificati.

Grazie al certificato Good Agricultural Practices, i produttori, i consumatori e le condizioni ambientali ne traggono vantaggio. Ad esempio,

  • Per i produttori, i prodotti sono considerati sani e affidabili. Poiché il suolo è protetto, si ottiene un prodotto più abbondante. Le strutture di supporto dello stato sono prioritarie. Aumento della competitività nei mercati nazionali ed esteri. I costi di produzione diminuiscono, la produttività aumenta.
  • Per i consumatori, i rischi per la sicurezza alimentare e la salute sono ridotti.
  • In termini di ambiente, le risorse naturali e l'equilibrio ecologico del mondo sono preservati. Responsabile dell'ambiente e produzione sostenibile. L'ambiente naturale e la biodiversità sono preservati. I danni causati dall'agricoltura all'ambiente sono ridotti. Le disposizioni legali sono rispettate.

certificazione

L'azienda, che fornisce servizi di auditing, supervisione e certificazione a standard riconosciuti a livello internazionale, fornisce anche servizi di ispezione, test e controllo periodici.

Bize Ulaşın

Indirizzo:

Head Office Mh, Gencosman Cd, No 11
Gungoren - Istanbul

telefon:

+ 90 (212) 702 40 00

Whatapp:

+ 90 (532) 281 01 42

Perché TÜRCERT

Arama